Clicca nell'immagine a sinistra per vedere/scaricare

il Dépliant illustrativo dell'Associazione Rosacrociana





L'Associazione Rosacrociana è una scuola di formazione per pionieri Cristiani, dove gli studenti lavorano su se stessi e si preparano per essere di servizio all'Umanità, ai Fratelli Maggiori e al Cristo con l'approssimarsi dell'Era dell'Acquario. 

L'Associazione Rosacrociana non è ancora che una goccia d'acqua nell'oceano dell'umanità, ma facendo la nostra parte ci meriteremo di poter servire in un dominio più vasto. Per le presenti condizioni non v'è miglior rimedio della conoscenza della continuità della vita e il fatto che, di tanto in tanto, rinasciamo sotto la legge immutabile di causa-effetto. Se questi fatti importanti, con tutto quanto implicano, potessero essere portati a conoscenza di un grandissimo numero di persone, questo lievito opererebbe alla fine in modo tale da cambiare le condizioni attuali del mondo intero. (Max Heindel)

 

Il lavoro dell’Associazione Rosacrociana

di Max Heindel

Quando entravamo nel Tempio[1] qualche tempo era dedicato ad un colloquio solitario con il mio Istruttore, nel corso del quale egli delineava il lavoro della Fellowship così come i Fratelli avrebbero desiderato che si svolgesse. La nota-chiave era l’astenersi, se possibile, da qualsiasi organizzazione, o almeno fare un’organizzazione la più libera possibile. Era messo in rilievo che, non importa quanto buone fossero le intenzioni iniziali, appena create posizioni di potere tali da gratificare la vanità umana, le tentazioni sarebbero troppo grandi per la maggioranza, e nella misura in cui la libera volontà dei membri ne fosse ostacolata, lo scopo dell’Ordine Rosacroce di promuovere l’individualità e la fiducia in sé, ne risulterebbe sconfitta. Leggi e statuti sono limitazioni, e perciò dovrebbero essercene il meno possibile. L’Istruttore pensava anche che sarebbe stato possibile eliminarli completamente.

È in linea con questa politica l’avere stampato sulla nostra carta intestata: “UNA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE DI MISTICI CRISTIANI”; poiché vi è una grande differenza fra un’associazione interamente volontaria e un’organizzazione che lega i propri membri a giuramenti, promesse, ecc. Coloro che hanno preso l’Obbligazione come Probazionisti nell’Associazione Rosacrociana sanno che QUELL’OBBLIGAZIONE È UNA PROMESSA A SE STESSI, e non all’Ordine Rosacroce. Lo stesso mantenimento della più piena libertà individuale risulta evidente nell’intera attività della Scuola dei Misteri Occidentali. NOI NON ABBIAMO MAESTRI; essi sono i nostri AMICI e i nostri Istruttori, ed essi mai, sotto qualsiasi condizione, chiedono obbedienza a qualche mandato, né ci comandano di fare questo o quest’altro. Al massimo consigliano, lasciandoci liberi di seguire o meno il consiglio datoci.

Posso dire che questa politica di non organizzazione era già stata adottata fin all’inizio nei Centri di studio di Columbus (Ohio), Seattle (Washington) e Los Angeles; ma da allora ho proseguito lungo questa linea tentando di diffondere gli insegnamenti ad individui da un CENTRO MONDIALE piuttosto che stabilire più centri in città diverse. In alcune località gruppi di studenti hanno voluto unirsi per lo studio e l’elevazione spirituale. A questo scopo è stata data loro ogni assistenza, ma, come detto, non ho fatto alcuno sforzo per formare centri di studio, se non assecondare gli studenti in quanto essi sentivano di fare.

Il nuovo lavoro di guarigione, del quale parlerò tra poco, aveva bisogno di una sede permanente. Poiché noi viviamo in un mondo concreto sotto condizioni materiali, sembra essere necessario che la sede centrale sia sottoposta alle leggi del Paese in cui vive, in modo che coloro i quali appartengono al lavoro possano essere disponibili per l’aiuto all’umanità dopo che gli attuali dirigenti abbiano lasciato la vita fisica. Per questo motivo non possiamo sfuggire alle dure e solide condizioni di organizzarci nella sede centrale, ma l’ASSOCIAZIONE IN GENERALE DEVE RESTARE LIBERA, in modo di poter conseguire la più alta crescita spirituale e la più lunga durata. È triste considerare, tuttavia, che nonostante le nostre intenzioni dovrà venire il giorno in cui la Rosicrucian Fellowship seguirà la via di tutti gli altri movimenti; legherà se stessa a leggi, e l’usurpazione del potere ne causerà la cristallizzazione e il disfacimento. Abbiamo però la consolazione che sulle sue rovine sorgerà qualcosa di più grande e migliore, come è avvenuto sopra altre strutture che hanno servito al loro scopo e sono ora sulla via della dissoluzione.

------------------------------

 

[1] Max Heindel si riferisce al Tempio eterico dell’Ordine Rosa-Croce, dove ricevette le istruzioni per diffondere gli Insegnamenti della Saggezza Occidentale.

 


Deontologia Rosacrociana

 

In accordo con le disposizioni e l'esempio dati da Max Heindel, il nostro Centro si dota delle seguenti regole deontologiche:

1.          Autonomia. Scopo della diffusione degli Insegnamenti Rosacrociani è la crescita interiore dello Studente; a tal fine non vengono date regole o indicazioni di comportamento, cosa che ricadrebbe in un ritorno alla Legge, ma si mira allo sviluppo della capacità interiore di stabilire le proprie norme di comportamento incondizionatamente (maieutica).

2.         Acriticismo. Ci si astiene dal criticare, giudicare o definire altre scuole od organizzazioni: la scelta deve dipendere esclusivamente dalla convinzione interiore di chi si avvicina. La Scuola Rosacrociana è sufficiente a se stessa e non è collegata con nessuna altra.

3.        Gratuità. Il valore degli Insegnamenti distribuiti non può essere valutato, né venduto per denaro, perché il risultato dipende solo dallo sforzo personale di applicarli nella propria vita. Chiedere denaro in cambio può nascondere un doppio pericolo: far dipendere l'Associazione da esso, e perciò agire in funzione di un potere, e delegare/dipendere da altri dal punto di vista dello Studente, contravvenendo al punto 1. Non ci sono pertanto né quote associative né tessere.

4.          Responsabilità. Lo Studente deve sviluppare la propria capacità di giudizio e di guida, perciò l'Associazione non deve assolutamente assumere atteggiamenti di direzione nella vita altrui. Non esiste nessun maestro esterno, ma l'istruzione deve mirare allo sviluppo del solo maestro: il Maestro, o Cristo interiore. La sola autorità riconosciuta è quella del "Tribunale Interiore della Verità".

5.         Proselitismo. Il mezzo migliore, più utile e più educativo di diffusione degli Insegnamenti, è quello di mostrare come essi siano utili nella propria vita: in altre parole, attraverso l'esempio. L'Associazione Rosacrociana perciò si astiene da qualsiasi azione di proselitismo, fiduciosa che chi ha maturato in sé le condizioni adatte sarà attirato verso di essa.