L'oroscopo del mese


La mappa astrologica che come ogni mese viene redatta per la nostra latitudine, vede il Sole nel segno dello Scorpione quasi allo Zenit, e in IX Campo e in congiunzione a Venere.  Il luminare si presenta poi con una opposizione da Urano (III Campo). Sole e Venere dal IX Campo (estero e lontano) possono significare le tensioni che provengono dall'Europa (opposizione di Urano dal III Campo). Urano infatti spinge a grandi cambiamenti che non sempre vengono recepiti.

La mappa vede questo mese il segno del Capricorno all'Ascendente e Saturno, governatore del segno, nel XII Campo, quasi ad indicare e a segnalare il bisogno di perseveranza e pazienza e non di ostentazione di forza, se si vogliono davvero ottenere risultati significativi. Saturno infatti coinvolge con un trigono anche il pianeta Urano che, abbiamo visto, si oppone al Sole. E' quindi sulle qualità saturnine e sulle indicazioni da XII Campo, che potrebbero arrivare i suggerimenti necessari a portare avanti tutti quei cambiamenti auspicati: lavorare quindi con determinazione e costanza ma senza grandi prove di forza che con questi aspetti non porterebbero lontano.

Anche il luminare notturno, che si presenta in III Campo ed in Ariete, con la sua quadratura al segno all'Ascendente suggerisce una certa mancanza di obiettività nel vedere le cose nel loro insieme, mentre la quadratura a Plutone lascia intendere che tensioni e idee fisse e inamovibili alla fine rendono chi le porta avanti, poco sicuri dei risultati.

Mercurio, che è il pianeta del dialogo, risente di una quadratura da Marte mettendo in evidenza più la competizione che il dialogo costruttivo, ma il sestile con Plutone dal I Campo, può aiutare ad affrontare le situazioni con destrezza e con capacità riflessiva.

Non possiamo trascurare Nettuno, che dal mistico segno dei Pesci, suo domicilio, spinge per una maggiore compassione verso i meno fortunati, che sembrano sempre più lontani dall'attenzione generale.

(Giancarla)