Oroscopo del mese - La situazione in Italia


SOLE IN SAGITTARIO

 

L’entrata del Sole nell’invernale segno del Sagittario risulta occupare, nella mappa astrologica redatta per la nostra latitudine, il VII Campo. Campo che “parla” di relazioni e di leadership; il luminare in questo settore vuole portare delle soluzioni (sestile al Medio Cielo). In congiunzione alla cuspide del Medio Cielo troviamo però Plutone in larga congiunzione a Saturno che non facilita le soluzioni stesse, se non passando attraverso le note incrostazioni dei poteri che hanno costruito anche il recente passato.

L’Ascendente è, questo mese, nel tenace segno del Toro occupato, però, dall’imprevedibilità di Urano. Urano, dal XII Campo, stabilisce un rapporto benefico con Giove e Venere chiedendo un reale cambiamento (VIII Campo) che dovrebbe passare simbolicamente dalla “morte” delle vecchie costruzioni ideologiche per edificarne di nuove.  

Bisogna quindi guardare gli aspetti per trovare i riscontri necessari. Urano si oppone a Marte (asse VI – XII); possiamo di conseguenza prospettare forti tensioni e instabilità nelle idee di coloro che attualmente hanno l’incarico di guidare il Paese.  Mercurio che dovrebbe portare maggiore lucidità deve fare i conti con Urano (larga opposizione) e con l’aspetto, seppur benefico, di Nettuno. Quest’ultimo aspetto potrebbe, anche con le più buone intenzioni, non portare lucidità negli intenti e quindi confondere ancora di più le acque già poco limpide.

Dovremo aspettare il prossimo mese per vedere con più chiarezza il delinearsi di nuove situazioni, perché il benefico Giove entrerà in Capricorno e continuerà una costruttiva sollecitazione con Urano. Infatti i due Segni di Terra potranno far trovare un terreno proficuo, anche se sarà difficile mantenendo l’attuale continuità di idee e persone. 

(Giancarla)