Scuola domenicale per bambini - I Grado

Lettura settimanale


 

 

Domenica 17 Marzo 2019

4.a domenica dei Pesci

L'ultima domenica del mese è dedicata ad un riassunto di quanto detto dall'inizio dei Pesci.

 

Racconto

I Grado - IV SETTIMANA

 

IL CORAGGIOSO LAO

Parola-chiave: Coraggio

 

C'era una volta una bella famiglia che viveva in una graziosa casa color nocciola. E questa famiglia era la più felice che si potesse immaginare. In quella casetta nocciola vi era un glicine arrampicante, e quando i fiori pendevano mossi dal vento un dolce profumo penetrava all’interno della casa.

Non solo questa graziosa casetta era diversa dalle altre, ma anche le persone che l’abitavano erano diverse. Avevano la pelle più scura della nostra, occhi neri e capelli molto, molto scuri. Nel giardino vi erano dei ciliegi i cui fiori somigliavano a dei grossi mazzi. Questi alberi erano così belli che tutta la contrada era talvolta chiamata la Terra dei Ciliegi in Fiore.

Nel giardino si trovava un ragazzo di sette anni, che si chiamava Lao; era molto occupato a cogliere dei fiori

di ciliegio per sua madre, che desiderava decorare la casa. Con le braccia cariche di fiori entrava in casa e la

aiutava a riempire i vasi. Presto arrivò il padre di Lao. Era molto elegante nel suo bel kimono ricamato.

Chiamò il piccolo Lao e parlarono a lungo insieme. A pranzo terminato, padre e figlio andarono a sedersi in

giardino e vi rimasero per un po’. Scivolarono quindi attraverso una porta segreta e si recarono al Tempio. I

dolci rintocchi delle campane sembravano cantare mentre essi pregavano. Il piccolo Lao chiese al Padre Celeste di essere ardito e pieno di coraggio, per diventare forte e saggio come suo padre. Uscirono poi dal Tempio e camminarono per un buon tratto di strada, fino a quando arrivarono al limitare di un bosco buio. Il piccolo Lao sentiva il cuore battergli forte forte, mentre suo padre si era conservato calmo, lungo quella passeggiata. Poi, disse al figlio: “Ora ti lascio solo in questa foresta. Tu non devi avere paura perché il nostro

Padre veglia su di te” Indi scomparve nell’oscurità e il piccolo Lao rimase solo. Com’era buio! L’oscurità sembrava così fitta da non poter scorgere alcuna via d’uscita. Le foglie frusciavano,

e si udivano dei curiosi rumori di piedini che correvano qua e là. Gli alberi erano grandi e silenziosi. A

Lao sembrava che fosse impossibile uscire da quella fitta foresta.

Si fermò allora un attimo, perché non sapeva come fare per orientarsi. Cosa doveva fare adesso? Avrebbe tanto voluto vedere la mamma; le sembrava così lontana. Come avrebbe potuto fare per arrivare da lei? Poiché pensava intensamente, tutto d’un tratto gli sovvenne che lei gli aveva parlato di una piccola luce che era sempre con lui. “Là, nel tuo piccolo cuore – gli aveva detto – vi è una piccola luce che non si spegne mai”. Così, si mise a sperare ardentemente che quella luce potesse brillare al punto di mostrargli la strada che lo portasse a casa. Pensò tanto profondamente, che si sentiva ora quasi sicuro che quella luce lo avrebbe guidato dalla mamma.

Ora udiva delle voci attorno a lui. Dall’alto, oltre gli alberi, arrivavano dei suoni dolcissimi. Una piccola voce

di Coraggio, gli parlò allora sommessamente: “Su, piccolo mio, il tuo Angelo Custode, pieno d’amore, veglia

su di te. Cammina diritto davanti a te; non temere nulla, e tutto andrà bene”. La piccola luce cominciò allora a brillare in modo così intenso da illuminare i suoi occhietti neri; poteva adesso vedere nettamente la strada nella foresta. Diritto davanti a lui vi era un sentiero che serpeggiava tra gli alberi.

I piccoli spiriti della natura sembravano essere dappertutto, e non si sentiva più solo, né aveva paura.

Si mise allora a cantare mentre camminava rapidamente nel bosco tranquillo. Dopo poco arrivò alla fine del

sentiero. La luna gli inviò i suoi raggi luminosi; le stelle scintillavano lucenti e la strada fu rischiarata fino al

suo arrivo a casa. Vi trovò suo padre e sua madre che attendevano il piccolo Lao, che aveva dato prova del

suo coraggio.

Questa è la storia di uno dei nostri fratellini di un paese lontano, la Terra dei Ciliegi in Fiore. Cerchiamo anche noi di conservare viva la nostra piccola luce per essere più forti e più coraggiosi. Allora non avremo più paura dell’oscurità, perché sapremo che Dio, che ci guida e ci protegge, è LUCE.