Messaggio dalla Sede di Oceanside


Aprile 2022

Nel mese di Giugno i Probazionisti celebrano il Solstizio d’Estate la sera prima dell’evento (il 20 Giugno 2022) per edificare la forza eterica di preghiera che sarà liberata quando il Sole incrocia il punto solstiziale (O° Cancro), segnando l’inizio ufficiale della Stagione Estiva. È l’epoca in cui il Cristo raggiunge il Padre in Cielo per ricaricare le batterie per il prossimo viaggio annuale attorno allo Zodiaco Solare, e continuare ad aiutarci (l’umanità) nella missione di sostenere da soli la Terra prendendo collettivamente il suo posto, vivendo la vita e seguendo i precetti del nostro Padre Celeste rivelatici dal Cristo Gesù, e applicarli tutti i giorni per liberarlo dal dover tornare durante la bassa stagione.

Quest’epoca è anche nota come Notte di Mezza Estate, quando tutte le forze di natura, gli Spiriti della Natura, Fate e Gnomi e altri abitanti del mondo eterico celebrano gioiosi il ritorno del Cristo alla casa del Padre in Cielo.

La notte del 24 Giugno, tre giorni e mezzo dopo il Giorno di San Giovanni con i suoi fuochi e lanterne, fuochi fatui e danze attorno ai cerchi di fuoco, la tradizione vuole che questa notte ricordiamo Giovanni il Battista, cugino di Gesù, che venne ad aprire la via del Signore, e San Giovanni del vangelo che venne a chiarire i misteri esoterici degli insegnamenti del Cristo Gesù e illuminarci il cammino verso “il Regno che non è di questo mondo”. In questa notte quindi scriviamo su un foglio bianco tutte le cose che vogliamo rimuovere, eliminare, trasmutare e cambiare nella nostra vita per prepararci a scostare il velo che ci separa dal “Regno”, e dopo una preghiera gettiamo la pagina nel fuoco di purificazione affinché siamo assistiti in questo compito liberatorio. Chi non ha accesso ad un fuoco, può usare al suo posto un distruggidocumenti.

Questo evento annuale testimonia della potente influenza e del dono celeste di saggezza date dal Cristo in Estate, quando il polo sud della Terra era rivolto direttamente al polo nord del Sole, consentendo alla massima quantità di energia spirituale del nostro Padre Celeste di rendere la Terra autosufficiente durante questo evento speciale una volta all’anno.

Ora all’Equinozio di Primavera sia il polo sud che il polo nord della Terra sono equidistanti dal polo nord del Sole, e il flusso di forza Cristica dal Sole è esaurito, crocifisso e liberato, mentre il Cristo ritorna al Padre per il prossimo Solstizio d’Estate.